Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Italiano, scelte e cambi da rivedere

Il tecnico viola ha delle responsabilità sulla sconfitta rimediata dalla Fiorentina ieri sera

Antonín Barák, giocatore della Fiorentina

Ieri sera la Fiorentina è uscita sconfitta dal match contro il Milan. Nonostante un buon approccio alla gara, i rossoneri si sono rivelati più concreti e hanno portato a casa la massima posta in palio. Tra le imperfezioni della Fiorentina, tra cui figura in modo evidente una fase difensiva troppo vulnerabile, c’è sicuramente anche Italiano, non impeccabile nelle scelte tattiche.

SCELTE – Loftus-Cheek e Leao hanno steso la Fiorentina ieri sera. Nonostante il punteggio finale che premia i rossoneri e condanna i viola al decimo posto, la Fiorentina non ha disputato una brutta partita. Italiano ha deciso di rilanciare dal 1′ Dodo e Kouamè ed entrambi non hanno sfigurato, ma probabilmente avrebbe dovuto affidarsi a Ranieri, il miglior difensore della Fiorentina per distacco, ed a Barak. Per quanto riguarda il primo, il tecnico viola avrebbe potuto leggere le difficoltà della linea difensiva viola – non nella sua migliore serata – e avrebbe potuto inserire Ranieri per dare solidità al reparto. Come riportato dalla redazione in settimana, Barak è in un momento di forma eccezionale e avrebbe sicuramente fatto comodo ieri sera, ma Italiano ha preferito optare per altre soluzioni.

CAMBI IN RITARDO – Se il tecnico ha deciso di non schierare uno in forma come Barak dal 1′ per non rinunciare agli esterni è legittimo, ma quantomeno avrebbe dovuto provare a modificare assetto quando la squadra era in svantaggio e non stava creando grossi pericoli al Milan se non con qualche guizzo di Belotti e Ikonè. Italiano ha inserito Barak e Sottil all’88’, ma sono troppo pochi 5 minuti – considerando l’extra time – per lasciare l’impronta. Entrare in partita gli ultimi minuti di un match così delicato non è mai facile. A testimoniarlo la chance nei piedi del ceco che ha preferito il suggerimento a Nzola anzichè calciare a rete, vanificando così la potenziale occasione da gol.

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Rolando Mandragora, centrocampista della Fiorentina
Viola poco efficaci, si poteva provare a calciare di più dalla distanza...
Andrea Belotti, attaccante della Fiorentina
La poca concretezza degli attaccanti viola sta portando risultati insoddisfacenti...
Antonín Barák, giocatore della Fiorentina
I giocatori cechi ad aver vestito la maglia viola nella storia del club...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Altre notizie