Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Fiorentina, la fase difensiva è troppo fragile

I viola sono troppo leggeri quando difendono

Vincenzo Italiano, tecnico della Fiorentina

Ieri sera la Fiorentina ha perso 2-1 contro il Milan, ma la prestazione è stata positiva. Il difetto principale è sempre lo stesso: la fase difensiva. Senza una fase di non possesso collaudata, i viola stazioneranno sempre a metà classifica.

1 VS 1 – Senza una difesa ordinata e solida i viola non otterranno mai grandi risultati. Italiano è fautore di un calcio offensivo, in cui il pressing ed i duelli 1vs1 sono l’arma per difendere. I duelli individuali sono affascinanti, specialmente per un neutrale appassionato di calcio, ma sono spesso molto pericolosi per la squadra che difende: se salta un pressing o una marcatura, l’avversario ha la strada completamente spianata verso la porta.

DUELLI DI IERI SERA – Ieri sera i giocatori della Fiorentina hanno seguito a uomo il diretto avversario e si sono create visibilmente delle coppie in mezzo al campo: Kouamè e Ikonè hanno pedinato Calabria e Florenzi – terzini moderni che interpretano il ruolo di mezzale in fase di costruzione -, Belotti e Beltràn hanno oscillato tra i due centrali e Maignan, Duncan e Mandragora hanno preso come riferimenti Reijnders e Bennacer, fino ai difensori che si sono giocati coraggiosamente il 4vs4 contro gli attaccanti rossoneri, con Milenkovic e Quarta che si sono incollati a Giroud e Loftus-Cheek, mentre Dodo e Biraghi a Leao e Chukwueze.

FASE DIFENSIVA – I gol subiti sono due errori individuali di Milenkovic, ma sarebbe sbagliato additare al serbo tutta la responsabilità. È vero, sul primo gol è scivolato in area e ha permesso a Loftus-Cheek di spingere facilmente in rete, mentre sul secondo ha seguito male Leao e si è fatto imbeccare internamente in campo aperto, ma il problema vero è la fase difensiva della Fiorentina, non un singolo giocatore. Nel primo tempo Terracciano era già stato protagonista di interventi prodigiosi salva risultato, per cui la fragilità difensiva non si è riscontrata solo nelle sbavature di Milenkovic.

ORDINE – Giocare 1vs1 a tutto campo è tornato di moda, ormai è una soluzione tattica usata da diverse squadre, tra cui Milan, Inter, Atalanta e Torino. Per adottare questo sistema di gioco, però, ordine e intelligenza tattica sono elementi chiave. Tre delle quattro squadre citate – escluso il Milan – lo interpretano splendidamente, ma giocano con tre difensori centrali. La Fiorentina gioca con una linea a 4 e, se affronta una squadra come i rossoneri che gioca con 4 giocatori offensivi, la situazione si complica. Se non c’è ordine tattico, se in campo regna il caos, con gli esterni che seguono a uomo i terzini avversari e si trovano in mezzo al campo, con i mediani che spesso si trovano più indietro dei centrali difensivi, una squadra non può raggiungere il risultato che desidera. Senza una difesa ermetica, i grandi traguardi sono e saranno sempre irrangiungibili.

 

Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

FIORENTINA
I viola partono da una situazione di vantaggio e devono essere bravi a non dilapidarla ...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Altre notizie