Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Fiorentina, chi resta l’anno prossimo?

È tempo di riflessioni importanti in casa viola

Andrea Belotti, attaccante della Fiorentina

Manca sempre meno all’inizio del calciomercato estivo, e tra rinnovi, scadenze e conti in tasca la Fiorentina deve già pensare a impostare la prossima stagione. In questo senso sarà fondamentale il lavoro di Daniele Pradè e Nicolás Burdisso, nominati a capo dell’area sport del club. A Firenze si prospetta una mini rivoluzione, e molto passerà anche dalla conferma o meno di Vincenzo Italiano in panchina, ma chi rischia di più? Cerchiamo di capirlo assieme.

L’edizione odierna del Corriere dello Sport parla di rinnovamento necessario la prossima estate, a partire dalla difesa. A gennaio è arrivato dal Verona Marco Davide Faraoni, in prestito con diritto di riscatto. Dopo un ottimo avvio – assist all’esordio contro l’Udinese – le presenze hanno iniziato a scarseggiare complici i rientri di Kayode prima e di Dodô successivamente. In campionato non gioca addirittura dallo scorso 18 febbraio, giorno del derby in casa dell’Empoli. La Fiorentina potrebbe decidere di riscattarlo comunque salvo poi trovargli una sistemazione, da vedere quello che decideranno il club e l’entourage del giocatore.

Sempre secondo il quotidiano sportivo romano, anche a centrocampo la situazione appare incerta. Al momento gli unici sicuri del posto sarebbero Mandragora e Barák, entrambi in grande crescita nelle ultime uscite. Duncan ha il contratto in scadenza e nessuno si è fatto sentire per eventuali rinnovi, mentre sia Arthur sia Lopez sono in prestito e per entrambi il riscatto sembra sempre più difficile: per motivi economici il primo, per motivi tecnici il secondo.

In attacco il nodo principale riguarda Andrea Belotti. Dal suo arrivo a Firenze il “gallo” ha messo a referto solo un gol, ma il suo contributo alla squadra è stato di indubbio valore fin qui. Lui vorrebbe restare e la Fiorentina sarebbe ben felice di accontentarlo, anche se la formula del trasferimento è quella del prestito secco. Tuttavia, anche per i buoni rapporti tra le due società, c’è la sensazione che ci siano i margini per continuare discorsi già intavolati nelle ultime settimane. Infine, il caso Kouamé. L’ivoriano è un fedelissimo di Italiano ed è in scadenza. Ci sarebbe un’opzione per il prolungamento di un anno, che però comporterebbe uno stipendio di 2 milioni. Si riflette in casa viola.

 

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Pietro Accardi, DS dell'Empoli
I profili sondati dalla Fiorentina per il ruolo di direttore sportivo...
Christian Kouamé, attaccante della Fiorentina
Le dichiarazioni del match-winner di stasera...
Antonin Barák, centrocampista della Fiorentina
Il bel riconoscimento per il centrocampista ceco...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Altre notizie