Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

LIVE – Italiano: “Non giochiamo per speculare”

La conferenza stampa dell'allenatore viola alla vigilia del match di Conference League

Vincenzo Italiano, tecnico della Fiorentina

Vincenzo Italiano è in conferenza stampa per rispondere alle domande dei giornalisti alla vigilia della gara di Conference League tra il Maccabi Haifa e la sua Fiorentina. Seduto accanto a lui anche Mandragora.

Come si arriva al ritorno

Il concetto è chiaro: loro arriveranno qui per ribaltare il risultato e noi dobbiamo essere pronti. Si tratta di un avversario di valore ma noi l’abbiamo ribaltata con grande merito, ma non è chiusa. Abbiamo questo piccolo vantaggio e dobbiamo cerca di fruttarlo. Bisogna farsi trovare pronti, ci faremo trovare pronti“.

Come si gestisce il vantaggio

Sono convinto che il percorso dello scorso anno sia stato strepitoso, non abbiamo mai speculato e abbiamo sempre giocato per la vittoria. Questo ci ha permesso di arrivare fino in fondo. Nessuna squadra pensa ad amministrare. Possiamo e dobbiamo sfruttare il vantaggio, e sarebbe importante andare in vantaggio. Per arrivare in fondo in Europa, però, non bisogna mai abbassare la guardia. Le strategie sono simili alla sfida d’andata“.

La squalifica di domani

Avrei evitato volentieri questa situazione. Penso che l’ammonizione sia stata esagerata e per la prima volta sarò lontano dal campo tra i professionisti. Non mi fa piacere ma capita. Anche senza la mia presenza a bordo campo i ragazzi sapranno cosa fare, sanno quello che vuole il mister“.

Il ritorno di Quarta

Domani non avremo Milenković ed è una perdita importante contro una squadra fisica, ma almeno recuperiamo Chino. Cerchiamo sempre di centellinare il minutaggio, domani sarà della partita“.

Il problema dei rigori

Chiaramente bisogna prendere in considerazione ogni eventualità tra cui supplementari e rigori. Noi ci fermiamo semprea batterli. In Coppa Italia siamo stati infallibili mentre in campionato ci sta colpendo una maledizione. Anche oggi ci siamo fermati e i rigoristi ne hanno calciati parecchi. Prima o poi rimedieremo. Sono felice di avere così tanti rigori quindi vuol dire che ce li procuriamo, lavorare in zona offensiva ci farà togliere diverse soddisfazioni. Anche i ragazzi sono stufi di questa situazione. Stiamo lavorando per sistemare la cosa“.

I dettagli da migliorare

Io credo che questo dettaglio, difetto o problema che ci portiamo dietro è quello della continuità di prestazione, anche contro il Maccabi dovevamo stare più attenti. Contro Lukaku, Dybala ed El Shaarawy, giocatori di caratura mondiale, siamo stati più bravi. Dobbiamo migliorare in tanti settori, alle volte limitiamo bene i nostri avversari mentre altre volte siamo meno lucidi. Dobbiamo essere più attenti ora perché arrivano le partite da dentro o fuori, ma possiamo toglierci soddisfazioni se riusciamo a trovare questi miglioramenti. È una questione di arrivare al 100% durante la partita, e possiamo farcela. Aggiustando questo possiamo ambire a tante cose, siamo una squadra in crescita che può mettere chiunque in difficoltà. Odiamo l’errore e la sconfitta, per me contro la Roma è come se avessimo perso“.

Tra rigori e obiettivi futuri

Battere i rigori sembra facile, ma come sta dimostrando la Fiorentina ultimamente non è così. Si può sbagliare, per quanto sia un’opportunità da sfruttare a pieno. Bisogna assumersi le proprie responsabilità. Ha sbagliato Nico González che sembrava un cecchino, e allora bisogna allenarsi e riprovare. Resta un gesto tecnico individuale che va sfruttato. I portieri forse adesso hanno obblighi diversi, magari avvantaggia pure. Ho parlato del mio futuro con la società che è al corrente del mio pensiero, ma noi vogliamo concentrarci sui nostri obiettivi e più avanti vedremo cosa raggiungeremo. Metterei la firma per regalare una coppa al presidente Commisso, sappiamo quanto c’è rimasto male lo scorso anno. Da parte mia c’è il massimo impegno e professionalità“.

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Lo stilista era un grande tifoso della Fiorentina...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio, si...

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

Altre notizie