Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Conti: “Commisso è un grande presidente!”

Le parole del celebre volto viola

Non solo Paolo Bonolis, anche gli showman di “casa nostra” dicono la loro in vista di Fiorentina-Inter. Carlo Conti non ha certo bisogno di presentazioni, è uno dei volti più celebri della tv italiana e un grandissimo tifoso viola, e in vista di stasera ha rilasciato delle dichiarazioni alla Gazzetta dello Sport, che qui riportiamo.

Le parole di Conti: “Commisso è una persona d’altri tempi, un presidente che a differenza di altri ci mette sia la faccia che i soldi. Gli va dato tempo per creare valore, anche se alla fine ci stiamo togliendo delle soddisfazioni negli ultimi anni. Con il Viola Park ha fatto davvero un qualcosa di incredibile, spero diventi una fucina di talenti in salsa viola. Si tratta di un anno particolare in cui può succedere di tutto, ma la differenza la stanno facendo gli infortuni.  Dodô e Nico Gonzalez, uno che per me rientra nella grande tradizione di numeri 10 viola, dal mio idolo d’infanzia De Sisti fino ad Antognoni e Baggio, mancano. Tornando al presente, mi piace molto Beltrán e spero si adatti ancor di più al gioco di Italiano“.

Stasera al Franchi: “Sarò allo stadio col mio amico Pieraccioni e i nostri figli. Sarà un test importante a cui noi arriviamo dalla delusione della Supercoppa, loro dall’entusiasmo di averla vinta. Almeno abbiamo avuto più tempo per prepararla. Sulla carta l’Inter è imbattibile, ha 2-3 squadre oltre a quella che manda in campo, però il calcio è bello perché è imprevedibile“.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Le scelte di Vincenzo Italiano per affrontare i granata...
Le parole dell'ex patron viola, tornato da poco a casa...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...