Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

La Penna in Trasferta – Santoro (SiamoilNapoli.it): “Al Napoli manca brillantezza”

Le parole del giornalista, che segue da vicino le vicende del Napoli, in vista della semifinale di Supercoppa di domani sera

Fiorentina-Napoli sarà una delle due semifinali del nuovo format della Supercoppa Italiana. La partita andrà in scena domani sera, alle ore 20:00 italiane, presso l’impianto sportivo Al-Awwal Park Stadium di Riad. Per conoscere l’atmosfera e le sensazioni che gravitano attorno ai campioni d’Italia in carica, abbiamo intervistato Alessandro Santoro, giornalista di SiamoilNapoli.it.

Fiorentina e Napoli si giocheranno l’accesso alla finale di questa Supercoppa “innovativa”. Come ci arrivano i campioni d’Italia in carica? La Supercoppa è un obiettivo della società?

“Il Napoli arriva dalla vittoria all’ultimo secondo contro la Salernitana grazie al gol di Rrahmani. Questo può aver regalato una gioia alla tifoseria e alla squadra, ma le prestazioni sono state deficitarie. Come testimonia la classifica deludente, il Napoli non sta vivendo una buona stagione. Di solito chi arriva alla Supercoppa Italiana da vincintrice del campionato parte come favorita, ma non è certamente il caso del Napoli. L’Inter è nettamente superiore, ma anche la stessa Fiorentina è più in forma.”

Dopo un avvio di stagione tutt’altro che prevedibile, il Napoli ha provato a cambiare marcia col nuovo mister, ma l’antidoto Mazzarri non ha avuto l’esito sperato. Quale è il vero problema del Napoli?

“Bella domanda. Credo che ancora non sia venuto fuori il vero problema. La piazza non era abituata a vincere lo scudetto e, secondo me, il troppo clima di festa non è stato funzionale alla ripartenza. Mazzarri? Purtroppo, dati alla mano, il cambio allenatore ha addirittura peggiorato la situazione. A livello di media punti, di prestazione e di posizione in classifica, il Napoli è nettamente peggiorato con Mazzarri. In realtà credo che l’addio di Spalletti non sia mai stato digerito. Non credo che la cessione di un pilastro come Kim abbia potuto generare questa situazione, Spalletti aveva dimostrato che si può lavorare bene anche dopo aver ceduto alcuni pezzi pregiati della rosa.”

La dirigenza è molto attiva sul mercato. È appena arrivato Traore e si sta definendo l’arrivo di Ngonge. Pensi possano dare una mano nell’immediato al Napoli?

“I nuovi acquisti penso possano dare una marcia in più a questo Napoli. Nell’ultimo mese la squadra è stata poco brillante. All’inizio con Mazzarri la sensazione era che il Napoli perdesse punti per un episodio a sfavore, poi però è stata evidente la mancanza di lucidità e brillantezza nelle prestazioni. Penso quindi che degli innesti possano portare freschezza.”

Negli ultimi giorni il nome del centrocampista viola Barak è stato accostato al Napoli. Pensi possa essere l’uomo giusto per dare brillantezza sulla trequarti?

“Aldilà di Barak, penso che al Napoli servano giocatori pronti a lottare per la maglia. Se la dirigenza del Napoli ritiene che Barak sia il profilo giusto in tal senso, credo che possa essere giusto tentare l’affondo e che il centrocampista possa essere funzionale alla causa. L’importante è che non risulti un acquisto tanto per arricchire la rosa. In quel caso la dirigenza commetterebbe un errore madornale.”

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il centrocampista francese della Juventus è stato condannato a 4 anni di squalifica...
Mister Italiano è oggetto del desiderio di De Laurentiis...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...