Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Beltrán è un punto fermo

L'attaccante argentino sta mostrando sempre di più le proprie qualità

Se la Fiorentina è ancora in corsa per la zona Champions League lo deve anche al contributo di Lucas Beltrán, ormai una certezza per i viola. La dirigenza investito circa 13 milioni di euro la scorsa estate per prelevare il “vichingo” dal River Plate, una spesa importante per le casse viola e che adesso sta finalmente dando i suoi frutti. L’attaccante argentino è pronto a prendere la squadra sulle spalle in vista della Supercoppa Italiana, e il Napoli è il prossimo bersaglio da colpire.

Le difficoltà iniziali: Molti, erroneamente, pensavano che Beltrán potesse fare la differenza fin da subito, ma ovviamente c’era da aspettarsi che potesse riscontrare delle difficoltà. Il numero  9 – che ricordiamo, ha ancora 22 anni – viene non solo da un campionato diverso, ma da un altro continente. È necessario avere un periodo di adattamento. Fin dalle prime uscite Beltrán ha mostrato di avere tanta qualità col pallone tra i piedi e in fase di raccordo tra centrocampo e attacco, che sono le caratteristiche principali chieste alla nuova generazione di centravanti, ma sotto porta non riusciva a farsi vedere. Nemmeno la meravigliosa doppietta contro il Čukarički lo ha fatto sbloccare completamente. I commenti negativi sul conto dell’argentino si sprecavano, in tanti gli avevano già dato l’etichetta del flop, ma per fortuna sua e della Fiorentina le cose sono cambiate.

La rinascita: Sabato 25 novembre Beltrán gioca una brutta partita contro il Milan, sprecando anche un’occasione colossale. Sembra finita per lui a Firenze. Il giovedì, però, la Fiorentina gioca in Conference League e ospita i belgi del Genk in una partita che diventa molto complicata. Nella ripresa Italiano butta l’attaccante nella mischia e il numero 9 risulta decisivo nell’azione che porta al vantaggio e conseguentemente alla vittoria viola. Cambia tutto. Beltrán inizia a giocare di più e prende fiducia, e anche il suo rendimento in zona gol decolla: rigore decisivo contro il Parma in Coppa Italia e poi 4 reti, tutte decisive, nelle ultime 6 partite in maglia viola, l’ultima nel pareggio per 2-2 contro l’Udinese con un bellissimo colpo di testa alla Batistuta.

Lucas Beltrán è diventato un punto fermo della Fiorentina, che adesso non può più rinunciare a lui non solo per come fa giocare la squadra, ma anche per i gol. Il Napoli è avvisato.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il centrocampista sta vivendo il suo peggior momento nel corso dei 4 anni in viola,...
Lunedì si gioca una partita fondamentale in chiave Europa, e oggi ci sono i sorteggi...
Italiano dovrebbe seriamente valutare la possibilità di cambiare assetto tattico...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...