Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Fiorentina-Udinese 2-2, le pagelle viola: Faraoni subito protagonista

Le nostre valutazioni al termine del pareggio per 2-2 contro i friulani

Fiorentina-Udinese termina con un pareggio per 2-2. Le due squadre hanno dato vita ad una partita equilibrata. Bravi i viola a crederci sempre e a rimontare il doppio svantaggio degli avversari, ma qualcosa manca e il mercato serve proprio a questo. Di seguito, le nostre pagelle della partita.

Terracciano, 6,5: Incolpevole sui gol dell’Udinese, fa una grandissima parata su Lucca che tiene vivi i suoi, confermandosi nel corso della partita con altri buoni interventi. Fortunato sulla punizione di Thauvin.

Kayode, 6: Senza infamia e senza lode il numero 33 viola, che con tutti i limiti della stanchezza fa quel che può per arginare un Kamara in gran forma. Esce per avere un po’ di riposo. (46′ Faraoni6,5: Entra e dà subito dimostrazione delle sue qualità di corsa e a livello tecnico. Fa un bellissimo assist per il gol di Beltrán).

Quarta, 5,5: Il Chino oggi è in difficoltà. Dietro non riesce a prendere le misure agli attaccanti friulani che in un modo o nell’altro riescono ad avere la meglio. Mezzo punto in più per l’atteggiamento da leader di chi ci prova sempre, non scontato in certe situazioni.

Ranieri, 5,5: Indeciso nell’occasione del gol di Lovric, non sfodera certo la sua miglior prestazione. Un incidente di percorso che ci può stare nell’arco di una stagione fin qui ai limiti della perfezione. (87′ Milenkovićsv)

Biraghi, 5: Davvero tanto impreciso il capitano oggi, che forse avrebbe bisogno di riposare un po’ di più. Male in entrambe le fasi, commette una  grave disattenzione in occasione del gol di Lovric.

Duncan, 5,5: Lontano parente del solito Duncan che ha ben abituato i tifosi viola. In grande difficoltà dal punto di vista fisico, non riesce ad offrire il solito contributo in fase di copertura. (46′ Arthur5,5: Non molto appariscente. Entra bene in campo ma con il passare avanti dei minuti perde lucidità, e ha qualche colpa sul gol di Thauvin).

Mandragora, 5,5: Spesso in ritardo su ogni pallone, e ha più di qualche responsabilità nell’azione che porta al vantaggio della sua ex squadra. Ci si aspettava una risposta migliore da parte del mediano campano, che può dare di più.

Ikoné, 5,5: Anche oggi non incide come vorrebbe, ma quantomeno ci mette più impegno e buona volontà del solito, ed è già un passo avanti. Qualche segnale c’è. (87′ Barák, sv)

Bonaventura, 5,5: Sfortunato nel finale di gara quando colpisce il palo, ma non è certo la miglior versione di un Jack che è parso stanco e nervoso oggi pomeriggio.

Brekalo, 5: Altra partita impalpabile dell’esterno croato, che non riesce proprio a incidere in maglia viola. Sbaglia tanto, soprattutto nelle scelte di passaggio. (76′ Nzola, 7: Solo per il rigore calciato, perché ci vuole grande coraggio e mentalità per prendersi quel pallone e trasformarlo dal dischetto, spiazzando il portiere. Questo è lo Nzola che vuole Italiano).

Beltrán, 7: Fa un gol di testa bellissimo, da bomber vero com’era solito fare un altro argentino con la 9 dalle parti del Franchi. Il ragazzo sta mostrando personalità e sta entrando sempre più nei meccanismi del tecnico, bene così.

Italiano, 6,5: Capisce che la squadra è in difficoltà e richiama subito i suoi all’attenzione, specialmente gli esterni. Bravo nella gestione dei cambi.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Le nostre valutazioni ai giocatori viola dopo la straordinaria vittoria nello scontro diretto...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...