Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Fiorentina, carta Faraoni sulla corsia

Italiano ha finalmente il nuovo terzino tanto richiesto

La notizia è ufficiale: Davide Faraoni è un nuovo giocatore della Fiorentina. Il terzino ex Verona arriva a Firenze con la formula del prestito con diritto di riscatto. E’ il giocatore giusto per la strategia di gioco di Italiano? Che apporto potrebbe dare alla Fiorentina? Ecco un’analisi delle qualità tecnico-tattiche che Faraoni può mettere al servizio della squadra viola.

L’ex capitano del Verona è un giocatore di indiscutibile valore che andrà a rafforzare la linea difensiva di Italiano. Dall’infortunio rimediato da Dodo ad Udine, la Fiorentina ha dovuto impiegare Kayode in quasi tutti gli impegni, escluso un breve periodo in cui l’azzurrino è stato costretto ai box. Adesso è evidente la stanchezza del giovane terzino, per cui la dirigenza è dovuta obbligatoriamente intervenire sul mercato per dare ad Italiano una valida alternativa. Tra i nomi che si erano avvicendati nelle ultime settimane, si può dire con certezza che la Fiorentina si è aggiudicata il migliore della lista degli obiettivi: Faraoni è un terzino d’esperienza che abbina conoscenze difensive a ottime capacità offensive. Per lo stile di gioco offensivo di Italiano è il giocatore ideale. Nel 4-2-3-1 classico del mister viola, Faraoni può recitare il ruolo di terzino destro mobile che aiuta molto in fase di costruzione, considerando le ottime abilità di palleggio, e può garantire affidabilità in fase di copertura sulla corsia. In fase offensiva può dare sicuramente un contributo importante alla manovra e garantire cross in area per gli attaccanti. Il suo ruolo naturale, però, grazie al quale si è fatto apprezzare nei primi anni in serie A, è l’esterno di centrocampo. Il Verona ha sempre adottato una linea difensiva a tre proprio per dare più libertà di attaccare al suo capitano. Con la maglia del Verona, le prime tre stagioni sono state straordinarie: nella stagione 19/20 ha collezionato 36 presenze, con 5 gol e 3 assist, quella dopo 34 presenze, 4 gol e 6 assist, mentre l’ultima prolifica è stata quella 21/22, con 32 presenze, 4 gol e 6 assist. Nel modulo predefinito della Fiorentina avrà meno licenza di attaccare e di essere determinante in zona gol, ma è indubbiamente un ottimo profilo da alternare con Kayode. Se, invece, Italiano dovesse riproporre il 3-4-1-2 come in Coppa Italia, Faraoni sarebbe più indicato di Kayode per interpretare il ruolo di esterno a tutta fascia. Per la tattica si vedrà nei prossimi giorni, intanto benvenuto Davide!

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Italiano dovrebbe seriamente valutare la possibilità di cambiare assetto tattico...
Il ceco sta avendo pochissimo spazio in questa stagione...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...