Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Italiano: “Non possono segnare solo i difensori”

Le parole del tecnico viola al termine della vittoria contro il Bologna

Vincenzo Italiano è stato intervistato ai microfoni di Mediaset al termine di Fiorentina-Bologna (5-4 dcr), e si è detto soddisfatto per la prova dei suoi, esprimendo anche il suo parere sulle situazione degli attaccanti.

Le parole di Italiano: “È stata una partita bella, intensa e ricca di emozioni. Loro hanno avuto occasioni all’inizio ma noi potevamo addirittura chiuderla prima, penso al colpo di testa di Kayode. Nessuno ha speculato sul risultato, volevamo vincere entrambe e credo sia stato uno spettacolo notevole. Abbiamo vinto noi e siamo felici, ma ho fatto i complimenti a Thiago Motta al termine della partita“.

Chi vorrebbe affrontare al turno successivo: “Il primo anno abbiamo incontrato la Juve e non li abbiamo messi in difficoltà, l’anno scorso con la Cremonese, invece, è andata bene. È inutile che esprima una preferenza, o Milan o Atalanta sarà comunque una partita difficile. La Coppa Italia è un nostro obiettivo e siamo felici di essere ancora dentro”.

Le difficoltà degli attaccanti: “Hai detto bene – riferendosi a Graziani, autore della domanda -. Abbiamo fatto questa prima  parte di stagione con poca presenza in termini numerici da parte di entrambi, ma se iniziano a segnare con frequenza possono darci una mano. Non possiamo sempre segnare con difensori e centrocampisti. Fare gol è il loro mestiere e lo sanno fare, ma devono sbloccarsi. Stiamo lavorando e crescendo sotto ogni punti di vista, da quello difensivo alla zona gol come testimoniano i numeri, ma con il loro aiuto possiamo alzare l’asticella anche in campionato. La squadra gioca in base a come giocano le punte“.

Il possesso palla del Bologna e le condizioni del campo: “Oggi abbiamo cambiato qualcosa. Abbiamo lasciato Ikoné e Beltrán e poi siamo arrivati sulle fasce con Kayode e Biraghi, quindi loro hanno tenuto più il pallino del gioco all’inizio ma poi siamo venuti fuori alla grande. Vorrei ricordare che loro hanno giocato venerdì e noi sabato, e 24 ore in più sono tantissime per recuperare e preparare le partite. I ragazzi hanno fatto una grande partita. Oggi il campo era molto molto scivoloso, però abbiamo uno dei manti erbosi più belli in circolazione. Faremo sistemare tutto a breve“.

 

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'attaccante senegalese è il leader della formazione Primavera...
Il centrocampista della prima squadra torna ad assaggiare il campo...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...