Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Graziani: “Mercato? Vi dico la mia. E su Nzola e Ikoné…”

Le parole dell'ex calciatore della Fiorentina, che ha toccato tanti temi interessanti

Francesco “Ciccio” Graziani, ex calciatore della Fiorentina e opinionista televisivo, non ha mai nascosto il suo tifo per la viola e oggi ha parlato della squadra ai microfoni di Radio Bruno. Secondo Graziani la Fiorentina ha meritato il passaggio del turno, e inoltre ha dato le sue considerazioni sul mercato e su alcuni singoli.

Le parole di Graziani: “Le scelte di Italiano mi hanno sorpreso in positivo e dimostrano una sua evoluzione dal punto di vista tattico. Non mi piacciono gli integralisti: iniziare una partita con il 4-3-3 non significa doverla finire allo stesso modo. La Fiorentina ieri ha offerto un’ottima prestazione, così come anche il Bologna. La viola ha meritato il passaggio del turno perché è stata più brava ai rigori“.

Le considerazioni sul mercato: “Insigne e Kean sono due nomi da escludere: il primo guadagna 11 milioni a stagione ed è fuori budget, il secondo mi piace molto, sta migliorando tanto e non credo che la Juventus voglia darlo in prestito. Ngonge sarebbe un buon profilo mancando sia Sottil che Nico, ma su di lui c’è anche il Napoli. Prenderei forse un sostituto di Brekalo che sembra dover andare via, personalmente non credo che abbia senso spendere soldi su un terzino con Dodô che torna tra un paio di mesi. Burdisso è un uomo di calcio, è una garanzia e sa cosa fare. La Fiorentina, comunque, è quarta in classifica e non so quanto ci sia da migliorare sul mercato, Italiano dirà i suoi nomi ma a questo punto è meglio aspettare e programmare le cose per bene“.

Il parere su alcuni singoli: “La Fiorentina deve far migliorare i suoi attaccanti, altrimenti non posso essere ottimista per il futuro: i 33 punti raccolti fino ad oggi sono un patrimonio straordinario, ma sono impossibili da ripetere senza i gol dei centravanti. Hanno segnato 4 gol in due. Nzola e Ikoné? Entrambi insufficienti. Ikoné ormai ha finito i bonus, non si sa ancora oggi se sia carne o pesce. È troppo discontinuo, deve giocare semplice. Nzola è in confusione mentale, bisognerebbe pensare di cambiarlo. La società deve decidere sul loro conto“.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sanzione amministrativa per un tifoso 57enne colto in flagrante...
I bianconeri sono interessati al difensore argentino...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...