Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Sassuolo-Fiorentina 1-0, le PAGELLE viola: Bonaventura sbaglia un rigore

Le valutazioni dei giocatori della Fiorentina dopo la sconfitta di Sassuolo

Si è appena conclusa la sfida del Mapei Stadium tra Sassuolo e Fiorentina. I viola cadono 1-0 al termine di una partita al cardiopalma, segnata da numerosi interventi del Var. Nonostante la sconfitta, la Fiorentina mantiene la quarta posizione in classifica. Ecco le pagelle viola.

TERRACCIANO 6: Incolpevole sul gol subito, ne avrebbe subiti altri due se non fosse stato per il Var. Non si può sempre chiedere al portiere di indossare il mantello e diventare “San Pietro”.

KAYODE 5,5: Il giovane terzino non raggiunge la sufficienza. Poco propositivo in fase offensiva e disattento nell’azione del gol del Sassuolo: Pedersen si inserisce alle sue spalle, entra in area e serve l’assist a Pinamonti.

MILENKOVIC 6: Prestazione sufficiente del gigante serbo, buon posizionamento in fase difensiva e ottima soluzione offensiva sui calci piazzati. Peccato per l’ottima parata di Consigli sul colpo di testa ravvicinato che sarebbe valso il pareggio.

QUARTA 6: Primo tempo irriconoscibile, con tanti lanci sbagliati in impostazione e disordinato in copertura. Nel secondo tempo torna il difensore goleador con una bordata sotto la traversa, ma il gol viene annullato per un fuorigioco di rientro.

BIRAGHI 6: Il capitano spinge tanto sulla corsia sinistra e offre numerosi cross ai suoi compagni.

ARTHUR 5,5: Entra poco nel vivo del gioco oggi. Si limita alla gestione del possesso, senza riuscire a verticalizzare. ( 7′ st BELTRAN 5,5: Entra per dare brio all’attacco viola e ci riesce parzialmente: smista molti palloni sulla trequarti, ma non riesce a incidere sul match.)

MANDRAGORA 5: Sembra un fantasma. Tocca pochi palloni e non contribuisce a nessuna azione offensiva. (7′ st DUNCAN 6,5: Il migliore della Fiorentina oggi. Entra come unico mediano, col duplice ruolo di incontrista e regista. Pennella ottimi palloni in area e smista splendidamente il gioco sulle fasce. Unica nota positiva della serata viola.)

IKONE 5: Ancora troppo poco per meritare quantomeno la sufficienza. Però stavolta riesce a creare qualcosa di interessante, soprattutto con due lampi da fuori area che finiscono di poco a lato.

BONAVENTURA 5,5: Il trascinatore viola stasera fatica a trovare la giocata giusta. Sbaglia alcuni palloni non da lui e, soprattutto, si fa ipnotizzare da Consigli dal dischetto. (35′ st BARAK 5: Non combina assolutamente nulla per dare un apporto al forcing finale.)

BREKALO 4,5: Valigie pronte per Zagabria? La Fiorentina ringrazia. Oggi torna titolare – forzatamente – dopo tempo e dimostra il motivo per cui stesse costantemente a riscaldare la panchina. Dentro Ngonge o Beste, fuori subito Brekalo per favore. (29′ st PARISI 6,5: Entra come esterno alto a sinistra per sfruttare al massimo la catena sinistra con Biraghi. Prestazione più che convincente dell’ex Empoli che mette cross molto pericolosi in area. Nuovo ruolo?)

NZOLA 4,5: Alcuni tifosi si staranno chiedendo come mai non sia andato a giocare la Coppa d’Africa. Impalpabile nel primo tempo, nel secondo tempo prova – timidamente – qualche inserimento ma senza risultato. Beltràn è il titolare.

ITALIANO 5,5: La Fiorentina mantiene la quarta posizione in classifica, ma si mangia le mani dopo il passo falso del Bologna di ieri sera. Dopo un mese di dicembre sensazionale, il 2024 dei viola comincia col piede sbagliato, ma la reazione del secondo tempo è quantomeno da apprezzare. Le assenze di Nico Gonzalez e Kouamè si fanno sentire, ma ci si aspetta di più dai loro sostituti. L’unica nota positiva della serata del tecnico è l’intuizione che ha nell’inserire Parisi alto a sinistra.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Le nostre valutazioni ai giocatori viola dopo la straordinaria vittoria nello scontro diretto...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...