Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Italiano: “Ce la giochiamo in tre competizioni”

La conferenza stampa del tecnico in vista del match contro il Sassuolo

Domani sera di gioca Sassuolo-Fiorentina, e come da tradizione Vincenzo Italiano ha tenuto la classica conferenza stampa della vigilia ai canali ufficiali del club viola. Ecco le sue parole.

I prossimi impegni ravvicinati: “Abbiamo un gennaio davvero ricco di impegni importantissime, con banchi di prova difficili per cercare di tenere vivi gli obiettivi stagionali. Prima la Coppa Italia, poi la Supercoppa e ancor prima l’imminente partita col Sassuolo. Parlare però di tre competizioni è positivo perché significa che siamo protagonisti, quindi bisogna continuare a lavorare come stiamo facendo, mantenendo l’attenzione e il buon lavoro settimanale. Bisogna continuare a battere“.

Il momento del Sassuolo: “Il Sassuolo, secondo me, è una delle squadre che mostrerà il proprio valore nel girone di ritorno. Al momento sono un po’ in difficoltà, ma in casa sono ostici per chiunque. Quest’anno hanno già battuto squadre importanti e hanno a disposizione giocatori forti, di talento e qualità, soprattutto in avanti. Dobbiamo affrontarla bene per dare continuità ai nostri risultati. Vanno rispettati così da fare quello che stiamo facendo nell’ultimo periodo. Sono bravi in entrambe le fasi, quando hanno la palla sanno cosa fare. Sarà una partita tosta“.

Cosa tenere e cosa cambiare dallo scorso anno: “Il 2023 penso sia stato straordinario sotto tutti i punti di vista: risultati, obiettivi raggiunti, record. Ripetersi non è facile, ma siamo fieri di quanto abbiamo ottenuto. Le due finali perse, pur giocate con grande spirito e ben affrontate, restano un peccato, ma rimane il fatto che abbiamo avuto un percorso straordinario. Non è mai semplice arrivare a giocarsi due finale. E poi anche i due infortuni a Castrovilli e Dodô che ci hanno privato di due giocatori importanti per molto tempo, sono infortuni che ti porti dietro a lungo“.

Speranze per il nuovo anno: “Per quanto concerne la squadra, dobbiamo mantenere il nostro spirito. Non chiedo regali ma di continuare con questa mentalità, di continuare come stiamo facendo, di sudare la maglia e uscire dal campo a testa alto facendoci rispettare. Siamo ancora dentro tutte le competizioni e bisogna onorarle come del resto abbiamo sempre fatto, sperando di arrivare più avanti possibile. Questo è quello che mi auguro“.

 

 

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'attaccante senegalese è il leader della formazione Primavera...
Il centrocampista della prima squadra torna ad assaggiare il campo...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...