Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Milenković: “Firenze è casa mia, il Viola Park è arte”

Le parole d'amore del difensore viola nei confronti di Firenze e della Fiorentina

Nikola Milenković è un punto di riferimento della Fiorentina, un idolo dei tifosi viola. Sotto l’ombra di Palazzo Vecchio dal 2017, il centrale serbo ha fin qui collezionato 237 apparizioni e 17 reti con la maglia viola in tutte le competizioni, vestendo più volte anche la fascia da capitano. Milenković non ha mai nascosto il forte attaccamento nei confronti della squadra e della città di Firenze, e ne ha parlato in un video girato per i canali social della Lega Serie A.

Le parole di Milenković: “Sono arrivato a Firenze quando avevo 18 anni, e non è stato facile all’inizio. Cambiare stato, cambiare lingua, lasciare la propria famiglia sono cose difficili, ma Firenze e la Fiorentina mi hanno accolto e fatto sentire a casa. Hanno reso il tutto più semplice. Sono qui per dare tutto a questa meravigliosa città e a queste fantastiche persone. Non riesco a visitare spesso la città visti i tanti impegni, ma appena posso mi piace fare un giro con la mia famiglia o con la mia ragazza: qui è meraviglioso fare anche una passeggiata“.

I commenti su Firenze: “Il mio posto preferito della città è Piazzale Michelangelo, quassù c’è una vista splendida che mi permette di vedere Firenze dall’alto in tutta la sua bellezza. Amo il cibo di qua, il mio piatto preferito è la bistecca alla fiorentina, è meravigliosa. Quando cammino per il centro ammiro tanti negozi, dalla pelletteria ai negozi di abbigliamento, e sono fantastici in questo contorno cittadino. Il calcio è arte, anche se in maniera più fisica, ma comunque arte, motivo per cui mi piace comparare le due cose. La galleria degli Uffizi è bellissima, sono stato qui un paio di volte e ha alcuni dei pezzi d’arte più importanti del mondo, opere di Leonardo e Botticelli. È un’esperienza unica“.

Il Viola Park e i tifosi: “A Firenze sei circondato dall’arte, e anche il Viola Park è un pezzo d’arte, è il centro sportivo più bello d’Europa, rende facile allenarsi e preparare le partite. Grazie al presidente Commisso che ha regalato tutto questo alla squadra e alla città di Firenze. Lo stadio e i tifosi ci fanno sentire energia positiva, ci spingono sempre a fare meglio. Senza di loro non avremo mai potuto fare quel che abbiamo fatto e che stiamo facendo tutt’ora“.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Le scelte di Vincenzo Italiano per affrontare i granata...
Le parole dell'ex patron viola, tornato da poco a casa...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...