Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Cosa rischia Nzola col “no” alla nazionale?

Federazione e FIFA sono pronte a sanzionarlo

Lo scorso 27 dicembre l’Angola ha deciso di convocare M’bala Nzola in vista della Coppa d’Africa, in programma dal 13 gennaio all’11 febbraio 2024. L’attaccante della Fiorentina non ha ancora dato una risposta definitiva alla federazione angolana, anche se la scadenza è prevista per il 30 dicembre. Nel caso in cui Nzola declinasse l’invito del ct Goncalves, rischierebbe addirittura una squalifica.

DECISIONE – Dinanzi al mutismo di Nzola, è facile pensare che l’ex Spezia sia propenso a rifiutare la chiamata del ct Goncalves e rimanere col club viola per essere a disposizione tra campionato e Supercoppa a Riad. E’ superfluo dire che tale scelta farebbe sorridere la dirigenza e Italiano, infatti la sua permanenza non obbligherebbe la Fiorentina a cercare un nuovo profilo sul mercato. Dall’altra parte è anche difficile capire una scelta così anticonvenzionale: la Coppa d’Africa è la competizione più importante per un ragazzo africano, eppure Nzola sembra che preferisca rimanere in Italia e giocare col suo club. L’altro giocatore di origini africane in squadra, Christian Kouamè, ha accettato con entusiasmo la chiamata della Costa d’Avorio, nazione ospitante della competizione.

PROVVEDIMENTO – Se Nzola dovesse rifiutare la convocazione del ct Goncalves, incorrerebbe sicuramente in sanzioni disciplinari. Quello che filtra da Luanda è che se l’attaccante viola volesse rimanere a Firenze si attiverebbero gli organi competenti della Federazione Angolana e la stessa FIFA. Cosa rischierebbe Nzola? Uno stop alle convocazioni in nazionale, probabilmente unito ad una maxi squalifica da scontare nel club di appartenenza. Il caso creerebbe un precedente, ma la decisione dovrebbe essere deliberata da una Commissione straordinaria che si riunisce solo per casi ad hoc, quindi eventulamente la squalifica sarebbe prevista per la stagione successiva.

SCUSE – Nzola potrebbe inventare una scusa – credibile – per respingere le accuse della Federazione e schivare le potenziali squalifiche. Una di queste potrebbe essere il fatto che non sia affatto in forma per disputare una competizione impegnativa come la Coppa d’Africa, con una partita ogni tre giorni. L’altra potrebbe risiedere nel rapporto conflittuale col ct Goncalves, motivo per cui l’attaccante non renderebbe al suo massimo. Nzola sembra ormai orientato a rimanere con la Fiorentina, quindi deve escogitare un modo per uscire illeso dalle contestazioni della sua nazionale.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

E se l'argentino venisse spostato in avanti di qualche metro?...
Il centrocampista è ormai un simbolo dell'epoca recente viola, e non ha intenzione di fermarsi...
I viola sono ancora in corsa, ma non devono più perdere punti per strada...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...