Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

La soluzione tattica “ex novo”

La difesa a tre può essere un'opzione per Italiano?

Giunti quasi al termine del girone d’andata del campionato, è ora di tirare una linea e valutare l’operato della squadra. La Fiorentina occupa momentaneamente il quinto posto in classifica, distante un solo punto dalla rivelazione Bologna al quarto posto. Nell’ultimo match vinto dai viola, Italiano ha schierato un inedito 5-2-3 a partita in corso per inserire un difensore in più. La scelta ha portato i suoi frutti, con la Fiorentina che si è difesa in modo militare.

La domanda, che solletica l’interesse dei tifosi e degli appassionati di calcio, è se questo assetto rappresenti una concreta soluzione tattica su cui Italiano può far affidamento in alcuni momenti, o se è stato utilizzato esclusivamente per l’occasione. Come ha dichiarato lo stesso Italiano ai microfoni di Dazn dopo la sfida contro il Monza, l’inserimento di Mina a rinforzare la linea difensiva è stata una mossa strategica, applicata in un momento di evidente sofferenza della squadra. Da quando il gigante colombiano si è posizionato in mezzo tra Milenkovic e Ranieri, l’attacco del Monza è stato neutralizzato senza problemi. Alla luce dell’effetto vincente che ha avuto l’opzione innovativa, è naturale pensare che possa diventare una variante tattica a tutti gli effetti. Mina ha disputato una buona partita, diligente e senza sbavature, ma è lampante la superiorità tecnica di Quarta, assente nell’ultimo match. Col ritorno dell’argentino, difensore moderno a cui piace prendere iniziative e partecipare alla fase offensiva, la difesa a tre potrebbe diventare un modulo primario per Italiano. Se, invece, il mister dovesse ostinarsi a proporre il suo amato 4-2-3-1, allora Mina sarebbe la pedina congeniale per entrare a partita in corso e comporre una muraglia difensiva. Indipendentemente dalle scelte di formazione, appare cristallino un fattore chiave che rende unica la Fiorentina: la squadra riesce a difendere solo attaccando. A primo impatto, può sembrare un paradosso, ma non è così. Il gioco di Italiano non contempla dogmi difensivi: l’aggressione nella fase di recupero palla è l’arma utilizzata dai viola per tenere gli avversari lontani dalla propria porta. Anche con un Mina in più, la filosofia di gioco rimarrebbe pressochè immutata.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il centrocampista sta vivendo il suo peggior momento nel corso dei 4 anni in viola,...
Lunedì si gioca una partita fondamentale in chiave Europa, e oggi ci sono i sorteggi...
Italiano dovrebbe seriamente valutare la possibilità di cambiare assetto tattico...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...