Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Italiano e le scelte discutibili

Stavolta le scelte di Italiano non sono state decisive per le sorti dell'incontro

Il match dell’Olimpico tra Roma e Fiorentina si è concluso sul punteggio di 1-1. Nonostante il dominio territoriale e la doppia superiorità numerica, la Fiorentina non è riuscita a scardinare la difesa giallorossa ed a trovare i 3 punti. La Roma rimane al quarto posto, a pari merito con un sorprendente Bologna, mentre la Fiorentina scivola al settimo posto con gli stessi punti del Napoli sesto.

Uscire infelici dal maestoso Olimpico perchè si è pareggiato con la Roma è sintomo di una squadra che ha grandi ambizioni e sa che ieri sera avrebbe meritato la vittoria. Purtroppo, però, il 66% di possesso palla e l’egemonia sul campo non servono se si rivelano sterili. La Fiorentina ha trovato il pareggio con Quarta esattamente due minuti dopo l’espulsione rimediata da Zalewski e aveva a disposizione una buona mezz’ora di gioco per vincere: grande mole di gioco, come al solito, ma poche le occasioni create per fare gol. Dopo un secondo tempo contro il Parma in cui aveva dimostrato una crescita evidente, ieri sera Nzola non ha inciso minimamente sulla partita, complice la morsa di Llorente e Mancini. Alla luce della prestazione sottotono dell’angolano e della muraglia difensiva creata dalla Roma, sorge spontanea una domanda: perchè Italiano non ha riproposto il tandem Nzola-Beltràn come in Coppa Italia? Il duo aveva contribuito in modo determinante alla rimonta sul Parma e aveva dato un’indicazione chiara a Italiano: il 9 e il 18 possono coesistere. Ieri sera Italiano, considerando l’uomo in più per mezz’ora e poi la doppia superiorità numerica nei minuti finali, avrebbe dovuto schierare Beltràn al fianco di un isolato Nzola che faticava a trovare la posizione in area, al posto di far entrare Sottil che non ha dato niente alla manovra offensiva. Speriamo che questo serva di lezione al mister e che la prossima volta scelga di snaturare il suo stile tattico azzardando una doppia punta.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

La straordinaria vittoria della Fiorentina a Torino contro gli acerrimi rivali bianconeri...
La Fiorentina dovrà vincere a Torino per continuare a sognare l'Europa "delle big"...
Bonaventura-Fiorentina: binomio dal futuro incerto...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...