Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

La Fiorentina passa il turno, ma il primo tempo è horror

La squadra di Italiano vince ai rigori col Parma grazie ad una grande reazione nella seconda frazione

Ieri sera la Fiorentina ha vinto ai calci di rigore contro il Parma ed ha staccato il pass per i quarti di finale di Coppa Italia. Nel secondo tempo gli uomini di Italiano hanno avuto una grande reazione ed hanno recuperato il doppio svantaggio, fino alla vittoria per 4-1 alla lotteria dei rigori. Decisivi gli errori dal dischetto dei crociati Man e Camara.

La Fiorentina rispetta i pronostici: ottenuta la qualificazione al prossimo turno di Coppa Italia, ora attende di conoscere l’avversario tra Inter e Bologna. Un secondo tempo governato da orgoglio e spirito di squadra hanno consentito alla Fiorentina di agguantare un insperato pareggio e di portare la partita oltre i tempi regolamentari. Se c’è una cosa da salvare nella prestazione della squadra è sicuramente la reazione convincente nel secondo tempo, il resto è una bocciatura totale. Il primo tempo dei viola è un film horror: eccessiva lentezza nella manovra, continui passaggi orizzontali inutili, staticità degli uomini sulla trequarti, leggerezza negli interventi e superficialità nelle decisioni. Un mix di ingredienti letale che ha fatto andare sotto 0-2 i viola nel giro di due minuti. Se Christensen – uomo partita – non avesse compiuto interventi miracolosi, la Fiorentina avrebbe capitolato già nel primo tempo. Nota di merito sicuramente al mister degli ospiti Pecchia che ha preparato perfettamente la gara e ha approfittato degli enormi spazi in campo aperto lasciati pigramente dalla difesa viola, ma la Fiorentina è stata orribile nei primi 45′. Nella ripresa Italiano ha effettuato subito 4 sostituzioni ed ha avuto la lucidità di azzeccarli: in particolare Ranieri e Arthur hanno dato una svolta alla partita, portando carisma, personalità e cuore sul campo. A metà frazione decisivo l’ingresso di Beltràn al fianco di Nzola: 4-2-4 super offensivo e Fiorentina più concreta. Dopo un tempo da fantasma, Nzola entra finalmente in partita e sigla un gol spettacolare che vale il momentaneo 1-2. Dopodichè un rigore sacrosanto concesso alla Fiorentina per la mano di Osorio in area e trasformato da Sottil, completa la rimonta viola. Ai rigori per i padroni di casa segnano Biraghi, Kouamè, Milenkovic e Beltràn, mentre per il Parma è glaciale Hernani ma sbagliano Man e Camara. Decisivo Christensen con le sue provocazioni che inducono gli avversari a sbagliare.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

E se l'argentino venisse spostato in avanti di qualche metro?...
Il centrocampista è ormai un simbolo dell'epoca recente viola, e non ha intenzione di fermarsi...
I viola sono ancora in corsa, ma non devono più perdere punti per strada...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...