Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Grassia: “Fase difensiva viola imbarazzante”

Le parole del giornalista sportivo sulla Fiorentina e sullo stie di gioco di Italiano

Ai microfoni di Calcio Style è intervenuto Filippo Grassia, responsabile della famosa rubrica “La moviola? Guardiamola alla radio”, programma di Rai Radio 1. Il noto giornalista sportivo ha espresso la sua opinione sulla Fiorentina e sull’allenatore Italiano.

AMBIZIONI VIOLA – “La Fiorentina è migliorata tanto rispetto agli anni precedenti, però non credo possa puntare alle prime quattro posizioni. Ottenere sul campo la qualificazione in Europa League sarebbe importante, così come continuare in Conference: a parte qualche squadra, le altre sono tutte alla portata dei viola.”

ATTACCANTI – “Negli ultimi anni la società ha investito cifre considerevoli per portare a Firenze diversi giocatori. Purtroppo non ci sono mai state risposte importanti. Penso sia meglio avere pochi giocatori, ma buoni, che ti permettano di fare il salto di qualità. Beltràn? Nettamente superiore a Nzola. L’ex Spezia mi sembra ingolfato. Italiano dovrebbe puntare tutto sull’argentino, facendolo giocare con continuità. Un po’ come fece Prandelli con Vlahovic. Sottil? Mi aspetto di più da lui, deve avere più coraggio. Se giochi sempre indietro o orizzontale non sei mai pericoloso. Deve puntare più spesso l’uomo e trovare la giocata decisiva. Si guardi qualche filmato di Beckham che spesso spostava la palla sul destro e metteva dei cross fantastici in area.”

ITALIANO – “Italiano? Non è pronto per un top club: la fase difensiva della Fiorentina è imbarazzante. Da quando alla guida tecnica c’è lui la Fiorentina prende sempre gli stessi gol in ripartenza. Anche ieri il Parma ne ha approfittato. A tratti sembra di vedere la Fiorentina di Zeman, spettacolare in attacco ma non altrettanto in difesa. Cambio modulo? Gli consiglierei di smettere di giocare con il tridente con il solo Nico che segna. Metterei Bonaventura a sinistra e inserirei Barak dietro la punta. Altra cosa, è necessario che la manovra sia più veloce: i centrali e i terzini sono lenti e portano troppo palla, poi perdono palloni sanguinosi e gli avversari ripartono in contropiede.

MERCATO – “Mi verrebbe da dire che alla Fiorentina serve un centravanti, ma credo si possa fare poco. Solitamente si spendono cifre importanti per giocatori che non stanno facendo bene dove sono, per cui mi sembra inutile investire in questo modo…”

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Le scelte di Vincenzo Italiano per affrontare i granata...
Un pilastro della Fiorentina potrebbe non essere schierato titolare stasera...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...