Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

È il momento di Beltrán

L'attaccante argentino ha smaltito gli ultimi problemi fisici ed è pronto a tornare in campo

Lucas Beltrán, per vari motivi, ha deluso le aspettative del club e dei tifosi viola in questa prima parte di stagione, ma adesso è il momento di reagire. La Fiorentina punta molto sull’attaccante argentino, che nonostante l’età ha un curriculum di tutto rispetto, e mister Italiano può essere decisivo nel suo percorso di crescita. Beltrán ha smaltito la botta che lo ha tenuto ko negli ultimi due match ed è pronto a prendersi la scena in casa del Milan.

Cosa deve migliorare un attaccante che fin qui ha messo a segno solo due gol? Tanto sicuramente, ma ci sono basi solide. Innanzitutto Beltrán è un attaccante che in argentina ha sempre segnato tanto da guadagnarsi più convocazioni con la maglia albiceleste. Nella prima parte del 2023, dunque prima di arrivare a Firenze, ha messo a segno 16 gol e 4 assist tra campionato, coppa nazionale e Copa Libertadores, il tutto vestendo la maglia del River Plate, squadra che non ha certo bisogno di presentazioni. Per quello che abbiamo visto Beltrán ha grandi capacità tecniche e nei movimenti: sa smarcarsi, sa creare spazio per i compagni e soprattutto riesce a dialogare con questi: è un regista offensivo, un 9 completo di quelli che tanto piacciono agli allenatori moderni, dunque una fortuna per Vincenzo Italiano. Affinando i suoi limiti – e ricordiamo che è un classe 2001 – può diventare lo Zirkzee di Firenze.

E poi c’è il precedente González. Quando Nico è arrivato alla Fiorentina aveva la stessa età del vikingo, e come lui aveva grande talento ma andava sgrezzato. Così è stato e adesso parliamo di un giocatore che fa la differenza e che gioca regolarmente in nazionale, anche titolare. Italiano lavorò molto sulla testa del diez, facendogli capire che un giocatore come lui poteva essere un leader di questa squadra. Adesso il mister deve fare lo stesso con Beltrán. I gol, gli assist e le prestazioni arriveranno, basta lavorare bene e motivare il giocatore. Italiano sa come si tira fuori il meglio dei suoi giocatori, ed è il momento che questo capiti anche a Lucas Beltrán.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

E se l'argentino venisse spostato in avanti di qualche metro?...
Il centrocampista è ormai un simbolo dell'epoca recente viola, e non ha intenzione di fermarsi...
I viola sono ancora in corsa, ma non devono più perdere punti per strada...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...