Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Lo stato di grazia di Bonaventura

Il centrocampista viola è in un momento di forma strepitoso e spera di continuare così

La Fiorentina si sta godendo Jack Bonaventura in uno stato di grazia. L’avvio di stagione è il migliore della sua carriera: 5 gol, 2 assist e tantissima qualità nella zona tra centrocampo e attacco. Le parole di Bonaventura sono state riportate sul Corriere dello Sport-Stadio.

I tifosi viola stanno diventando “Bonaventura-dipendenti”: il numero 5 sta incantando il popolo fiorentino con le sue giocate sublimi e la sua immensa classe. Il suo ruolo di collante tra centrocampo e attacco è l’arma in più della squadra di Italiano. Con lui in campo, i compagni sanno di avere un leader tecnico e carismatico al quale potersi affidare in ogni circostanza. All’età di 34 anni, Bonaventura ha meritato la convocazione di Spalletti in Azzurro: nella sfida contro Malta ha anche bagnato il suo esordio con gol grazie ad un bellissimo tiro che si è insaccato sotto la traversa. Per le imminenti sfide in ottica qualificazione europea, il ct non ha potuto fare a meno del centrocampista della Fiorentina.

IMPEGNI IN NAZIONALE – Dal ritiro della Nazionale a Coverciano, Jack ha parlato così dei prossimi impegni contro Macedonia e Ucraina: “Saranno partite complicate, ma siamo obbligati a fare bene. Principi di gioco? Il mister ci sta impartendo molti concetti di gioco per capire come affrontare la Macedonia del Nord e l’Ucraina. Stiamo lavorando intensamente sull’aggressione dell’avversaria nella fase di recupero palla.”

FIORENTINA – Archiviata la Nazionale – gli italiani si augurano con l’ottenimento della qualificazione -, Bonaventura rientrerà alla base agli ordini di mister Italiano. La Fiorentina sarà protagonista di una serie di incontri molto difficili che serviranno a capire fin dove può puntare la squadra. La prima di queste sarà proprio contro il passato di Jack, il Milan. Il classe ’89 si è così espresso: “Quando si è in fiducia e percepisci la fiducia anche di mister e società è facile esprimersi al meglio. Anche al Milan mi sono trovato molto bene e ho giocato abbastanza, ma non mi sono mai riuscito ad esprimere come sto facendo ora. Sicuramente è anche per colpa mia: sono maturato più tardi.” Adesso Bonaventura proverà sicuramente a mantenere alto il livello delle sue prestazioni, in più cercherà di superare i gol dello scorso anno – furono 5, quest’anno ne ha fatti già 5 in neanche metà campionato – e di battere il record di gol segnati in una stagione nella sua carriera. Con un Jack così in forma la Fiorentina può sorridere e puntare in alto.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Le possibili scelte tattiche dei due mister per la sfida di sabato sera...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...