Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Pastorello (ag.Arthur): “Difficile resti alla Fiorentina, e Baldanzi…”

Il giocatore è felice a Firenze, ma sembra improbabile possa restare a titolo definitivo

L’agente di Arthur Federico Pastorello ha oggi rilasciato una lunga intervista a TMW in cui ha parlato del rendimento dei suoi assistiti, tra cui alcuni giocatori della Fiorentina. Uno di questi è Arthur, una vera e propria scommessa della dirigenza viola fin qui rivelatasi vincente, ma che stando alle parole del procuratore potrebbe avere vita breve.

Le parole di Pastorello: “Innanzitutto vorrei ringraziare Joe Barone e Daniele Pradè, così come Vincenzo Italiano. Hanno avuto coraggio ad ascoltare il mio invito nel puntare su Arthur. Dopo un anno così travagliato come quello di Liverpool in cui è stato fuori a lungo, anche se secondo me meritava di giocare di più, non era semplice prenderlo. Ero certo però che avrebbe fatto bene, in primis per le qualità tattiche del gioco di Italiano, perfette per come Arthur interpreta il suo ruolo. Inoltre la Fiorentina era l’ideale per lui in quanto piazza importante ma con un ambiente familiare, oltre che una società presente. Si è trovato in un ambiente consono. Parliamo di un fuoriclasse che è passato per Barcellona. Oggi è novembre, manca tanto alla fine della stagione. C’è un diritto di riscatto ma non lo considero neanche tanto. Era stato messo per dare l’opportunità alla Fiorentina di pensare di acquistarlo, ma Arthur ha un contratto molto oneroso ed è complicato. A fine stagione ci siederemo con calma e vedremo il da farsi. La cosa importante è che Arthur si stia trovando bene e che la Fiorentina sia contenta di Arthur. Non mi sento di escludere niente a priori perché a Firenze si sta trovando benissimo“.

Su Terracciano: “Ancora una volta Pietro riesce a sorprendermi. La sua costanza negli allenamenti, la concentrazione e determinazione fanno la differenza. È un portiere forte, veniva considerato il nuovo Buffon. A livello mentale ha dovuto gestire alcune cose nella sua crescita ma alla fine è maturato. Fossi agente di un altro portiere non penserei a Firenze, tanto gioca sempre lui. Italiano non regala niente ai suoi giocatori, si sta meritando tutto. Prima chiamavamo sempre Pradè per prenderlo come secondo, alla fine è diventato il titolare“.

Baldanzi doveva vestire il viola: “Volevamo portare Tommaso a Firenze e c’erano i presupposti per farlo, ma purtroppo  capitano eventi per cui non si può fare niente. La mancata cessione di Castrovilli in Premier League ha ridotto il budget della Fiorentina, e l’Empoli che già aveva perso Vicario e Parisi non se l’è sentita di cedere subito. Dispiace molto per il ragazzo, che si sarebbe meritato e avrebbe voluto questa grande opportunità“.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I bianconeri sono interessati al difensore argentino...
La Fiorentina sta valutando un altro profilo che gioca in Italia...
L'ex Roma potrebbe essere la soluzione giusta per la Fiorentina?...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica,...

E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...

Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976, un...