Calcio Fiorentina
Sito appartenente al Network

Italiano: “Nzola deve dare di più”

L'allenatore della Fiorentina non vuole che i suoi sottovalutino il match di domani sera

È da poco terminata l’intervista pre Čukarički-Fiorentina di Vincenzo Italiano. L’allenatore della Fiorentina ha voglia di rivalsa dopo gli ultimi ko in campionato, ma guai a sottovalutare gli avversari, come lui stesso ha tenuto a precisare.

Sulla partita di domani: “Quello di domani non è un allenamento. È una gara importante, l’anno scorso abbiamo trovato difficoltà quando non abbiamo approcciato bene. Dobbiamo fare la stessa gara dell’andata. Bene che si sia sbloccato Beltrán , peccato che si sia fatto male: ha subito questa botta al costato che gli fa male. Domani ci sarà l’opportunità per chi andrà in campo per darci mano a vincere la partita e fare gol. Abbiamo bisogno di vincere e fare punti in Conference League, sappiamo quanto è importante. Domani sarà un’altra partita, sono convinto che non sarà semplice. C’è tutto per vedere una bella partita“.

Sulle ultime partite di campionato: “Nelle gare che abbiamo perso in campionato abbiamo dovuto affrontare squadre che hanno giocato in maniera simile, che ci aspettavano. Dobbiamo cercare di muovere tanti uomini dentro l’area. Non abbiamo fatto punti perché è mancata qualità davanti. Conta la sostanza, dobbiamo pensare molto più al risultato. I ragazzi sanno che la strada è giusta, e dobbiamo mettere qualcosa in più, soprattutto in campionato. È un peccato aver portato a casa zero punti nelle ultime tre partite dopo quella vittoria a Napoli, ma comunque c’è ancora tanto tempo per rimediare“.

Pierozzi, Comuzzo e i terzini destri: “Nella partita d’andata – Comuzzo, ndr – ha stazionato lì nel primo tempo ma non è un terzino. Pierozzi ha avuto un fastidio muscolare quando doveva accelerare: ora è a disposizione, ma deve incrementare e alzare la condizioni. Kayode è in fase di guarigione dalla brutta distorsione alla caviglia, ma non è ancora a disposizione. Parisi sta facendo egregiamente a destra ma è adattato. Spero di poter recuperare “Kayo” e Pierozzi al più presto“.

La condizione di Mina: “Teniamo un ultimo cambio per le emergenze. Potevo metterlo prima con la Juve. L’unico sfogo che avevamo era la palla lunga, l’avrei potuto mettere prima. Abbiamo approfittato per fargli fare l’esordio. Anche lui è in una condizione dove ha bisogno di minutaggio, ha una stazza enorme, ha bisogno di intensificare il lavoro. Sul gioco aereo è molto importante. Credo che quando riesci a lavorare tanti minuti a ridosso dell’area avversaria, l’imprevidibilità ce la possono dare i singoli. Contro la Juve avevamo un 3 contro 3, le abbiamo provate tutte“.

Il rendimento difensivo: “Con la Juve abbiamo fatto un solo errore e l’abbiamo pagato con il gol. Dobbiamo essere più attenti. Ho visto anche dei miglioramenti, avevamo preparato bene la gara. Temevamo Milik, Chiesa e Vlahović ma siamo stati bravi a contenerli. Per me la squadra ha fatto bene a livello difensivo, a differenza di quanto fatto in attacco“.

Su Nzola: “Non abbiamo ancora visto lo Nzola che conosciamo. Abbiamo parlato, e forse il ragazzo si aspettava di andare in gol con più frequenza. In questo momento ha qualche difficoltà, ma non deve perdere fiducia. Basta una situazione per ritornare quelli che si era in precedenza, questo non è il vero Nzola. Conoscendolo, ci aspettiamo tutti quelli che è riuscito a farci gol l’anno scorso“.

La dedica alla Fiesole: “Per me la Fiesole è il dodicesimo uomo in campo. Non averli con la Juve è stata una grave perdita, però è stato giusto che in quei il pensiero sia andato ad una cosa più importante. La nostra vicinanza è enorme, avete visto tutti il gesto del nostro capitano. Non vediamo l’ora di riavere i ragazzi della Fiesole perché la loro mancanza si è sentita“.

Sull’importanza del turnover: “Le partite sono tutte ravvicinate. dobbiamo vincerle tutte. Bonaventura è una risorsa importante ma è da gestire, abbiamo Barák che può dare molto di più in termini di qualità. Siccome abbiamo tante gare cerchiamo di mandare in campo la formazione migliore in funzione dell’impegno successivo. Domani giocheranno tanti di coloro che hanno avuto poco minutaggio e che possono fare una bella gara”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Ecco l'undici iniziale viola previsto per la trasferta di Roma...
I 24 di Italiano per la trasferta di Roma...
La conferenza stampa del tecnico viola prima della Roma...